G

GAP

acronimo usato come sost. masch. di G(ioco) d’A(zzardo) P(atologico). Disturbo mentale, riconosciuto e classificato tra le patologie psichiatriche nell’ambito delle dipendenze comportamentali, che comporta uno spasmodico bisogno non controllabile di giocare d’azzardo.
sost. masch. e femm. Chi è preposto istituzionalmente a sorvegliare il rispetto e l’attuazione delle leggi e lo sviluppo delle attività in un determinato settore della vita sociale, economica e amministrativa. Nel mondo sanitario il/la g. regionale dei diritti delle persone con disabilità è la persona che assicura che vengano rispettati i diritti di libertà e di autonomia delle persone disabili, occupandosi della loro integrazione nei contesti sociali e della possibilità che hanno di accedere ai servizi socio-sanitari.
loc. sost. femm. Insieme di processi interdipendenti che riguardano la terapia farmacologica, dall’approvvigionamento del farmaco fino alla sua somministrazione, per garantirne la sicurezza e l’efficacia.
loc. sost. femm. Processo sistematico, di carattere sia clinico sia amministrativo, che impiega un insieme di metodi, strumenti e azioni per identificare, analizzare, valutare e trattare i rischi presenti e potenziali nella gestione sanitaria al fine di migliorare la sicurezza dei pazienti.
nome proprio masch. sing. Progetto della Regione Toscana che incentiva l’autonomia dei giovani offrendo loro opportunità legate allo studio e alla formazione e all’inserimento nel mondo del lavoro. Tra queste rientrano esperienze nell’ambito socio-sanitario.
in it. sost. femm. Amministrazione di un’impresa | governance partecipativa, amministrazione che coinvolge pubblico e privato nei processi politico-decisionali promuovendo il dialogo e la partecipazione | governance integrata, amministrazione che considera tutti gli aspetti gestionali possibili, dalle regole agli obiettivi, dai rischi alle competenze.
loc. sost. masch. Sistema di controllo attraverso il quale le organizzazioni sanitarie si rendono responsabili del continuo miglioramento della qualità dei loro servizi, per garantire elevati standard assistenziali.
loc. sost. masch. Servizio socio-sanitario che offre la possibilità ad alcune categorie di persone di avere un'autonomia abitativa e gestire la propria vita quotidiana, condividendo l’ambiente domestico con un gruppo di pari, solitamente accompagnato da un’assistenza da parte di operatori sociosanitari.
Torna su